Con il termine subprime si intende quel prestito immobiliare che comporta un elevato rischio per il creditore perché concesso a coloro che hanno avuto precedenti negativi con le istituzioni bancarie o finanziarie (rate scadute non rimborsate, procedimenti di espropriazioni forzate o bancarotta) e che, quindi, a causa della loro limitata capacità di rimborsare quanto ricevuto, non possono godere delle condizioni migliori offerte alla clientela primaria.

Nato per ampliare l’accesso al credito ipotecario ad una vasta platea di persone che normalmente ne rimarrebbero escluse, a fronte del maggior rischio il subprime è però gravato da un tasso di interesse più elevato e da oneri maggiori, proprio perché destinato a mutuatari incapaci di fornire adeguate garanzie o che presentano un elevato rischio di insolvenza.

 

Appartengono alla categoria subprime:

i mutui ipotecari caratterizzati da un tasso fisso particolarmente basso per i primi due o tre anni ed uno variabile più elevato negli anni successivi;

i cosiddetti mutui pick-a-payment che permettono ai mutuatari di scegliere la forma di pagamento più adatta alle proprie esigenze;

mutui interest-only che concedono al debitore di pagare la quota di interessi soltanto per un determinato periodo di tempo che solitamente si estende dai 5 ai 10 anni;

carte di credito subprime, caratterizzate da bassi limiti di credito e tassi di interesse spesso superiori al 30%.

A prescindere dalla tipologia, generalmente i subprime fanno perno su aspettative di continua crescita del valore dell’immobile.

Negli ultimi anni, interventi legislativi mirati ad ampliare le tipologie di creditori, la politica monetaria espansiva da parte della Federal Reserve ( che ha generato un’elevata liquidità) e la possibilità di trasferire il rischio del credito sul mercato finanziario (cessione del rischio) generando così nuova liquidità per la concessione di ulteriori mutui, hanno incentivato notevolmente lo sviluppo del mercato dei subprime.

Dal 2006 il tasso di insolvenza relativo a questo tipo di prestiti ha raggiunto livelli elevatissimi, portando la maggior parte delle agenzie di credito al fallimento ed alla bancarotta nonché al collasso dei prezzi delle loro azioni. La ‘catastrofe’ dei subprime unitamente alla degenerazione del mercato ed all’inversione della politica monetaria, ha innescato nel 2007 una grave crisi finanziaria a livello mondiale.??????? 1967 ?45? ??? ?????? ???? ??? ???? ????? ???????????? (??? ??????)??????? ?? (??) ???
?? ????? ??? ??? ?? ???????????????????? ???????????? M20??? M20? 727x500mm ?? ????? ??? ??? ??
14?????????????? 14??? 14G ??????? ????? ???? ????? ?????? ?? ???? ???? K14 ????? ??? ??? ??? ?????
??????????????? SAKAE ??????????? NSR-9343GUK
?????? Connect ???? 3???????????? ????????? ???? ???? 3?? 3p???? 3??????? ???????? 3??????? ??????
????????? ??????
???????????????? ?????????300L CLS-130S
I-O DATA NAS???(HDD??) ??????CPU/??????(RAID1) /2????/??? /???????/ HDL2-AA0/E
?HBC-360PU+DT-M150PMN?LIXIL ???????????????????????155???? ???? ??????
?????????????????????????????[TKGG31EH]TOTO ?????? GG?????????????? ???????? ?????????? ??????? ????