Il Broker è l’intermediario che fornisce al trader gli strumenti per operare sul mercato del Forex. Grazie al successo che, negli ultimi anni, hanno riscosso le opzioni binarie, si assiste quasi quotidianamente alla nascita di nuovi Broker in questo settore di mercato. Negli ultimi anni tra i broker specializzati in opzioni binarie si è sicuramente affermato in modo preminente 24Option, allo stesso modo in cui Plus500 è diventato il punto di riferimento per il settore delle commodities.

Si tratta di un quadro che però cambia di continuo e diventa perciò fondamentale ma anche, specie per chi è alle prime armi, difficile scegliere il Broker al quale affidarsi. Ecco dunque alcuni semplici accorgimenti di cui tener conto prima di effettuare questa scelta, che non va assolutamente lasciata al caso:

Il primo accorgimento è quello di rivolgersi ad un broker che operi esclusivamente sul mercato delle opzioni binarie. Ciò dovrebbe garantire una certa competenza e affidabilità;

La piattaforma e gli strumenti utilizzati devono essere completi e di facile accessibilità. Prima di scegliere un broker vale la pena di dare uno sguardo alla piattaforma. La prima distinzione da fare e tra piattaforme basate sul web e piattaforme che non lo sono. La prima consente di operare senza scaricare un software e quindi utilizzabile da PC diversi, mentre la seconda richiedendo un download costringe il trader ad utilizzare sempre lo stesso PC. E’ preferibile quindi scegliere una piattaforma basata sul web, meglio ancora se offre una versione mobile, per poter operare in piena libertà, ovunque ci si trovi.

–  I rendimenti offerti dai diversi Broker sono variabili. E’ bene dunque verificarli. Un aspetto da osservare è la possibilità di rimborso in caso di insuccesso. Operando con le opzioni binarie, infatti, si è considerati fuori anche quando la differenza fra il prezzo previsto e quello reale sia solo di un centesimo. Vale dunque la pena di affidarsi a Broker che garantiscano un rientro della somma investita (rientro che si aggira normalmente intorno al 15%).

Sicurezza: come per tutte le transazioni economiche su internet è bene non sottovalutare l’aspetto della sicurezza. Meglio assicurarsi che la piattaforma utilizzata usi una crittografia a chiave SSL a 128 bit, la stessa utilizzata per le transazioni bancarie.

Assistenza: molti Broker hanno sede in paesi esteri, anche se europei. E’ importante verificare che il servizio di supporto sia in lingua italiana e, soprattutto che sia facilmente raggiungibile con più mezzi (telefono, fax, mail e chat) e rapido nelle risposte.

Deposito e prelievo: meglio affidarsi a Broker che offrano diverse modalità di deposito e prelievo, quali ad esempio carta di credito e moneta elettronica. Meglio ancora se non richiedono commissioni per il deposito.