Da sempre il settore turistico è stato uno dei più interessanti per quanto riguarda gli investimenti. Soprattutto in particolari zone del nostro paese (e dell’estero, ovviamente) quando dici turismo dici economia, soldi, PIL. I turisti ci sono e ci saranno sempre: quest’anno potranno essere italiani, il prossimo anno spagnoli, poi ancora cinesi e russi, ma è un dato di fatto che di turismo si vive. E’ per questo motivo che fare un investimento turistico, se ben ponderato, può portare a dei guadagni di tutto rispetto.

Quali sono i migliori investimenti turistici che si possono prendere in considerazione?

Il primo è tecnologico e riguarda specificatamente l’acquistare (o aprire) un sito web turistico. Internet è oggi la prima fonte di informazioni per il turista che vuole andare a visitare una località, soprattutto se non ci è mai stato (e se ci pensi bene, quanti luoghi dell’Italia, dell’Europa e del mondo non hai ancora visto? Pensa a quante persone che, come te, devono ancora vedere una parte significativa del mondo). Per questo motivo investire in un buon sito web paga.

Il secondo tipo di investimento è l’acquisto di una struttura ricettiva in loco. In questo caso bisogna tenere presente che pensare di entrare direttamente in una località famosa (come Londra, Parigi, Firenze, Venezia) potrebbe costare davvero molto.

Per cercare di contenere l’investimento (e magari diversificare il più possibile) si può pensare di spostare il proprio investimento di qualche chilometro: i sobborghi londinesi e parigini, qualche piccolo comune nel fiorentino o nel veneziano.

Facciamo un esempio concreto prendendo proprio la città che una volta era nota come “La Serenissima”: sono tanti i paesi nelle vicinanze di Venezia che possono essere usati come base dai turisti per arrivare sulla laguna: Dolo, Piove di Sacco, Noale, Caorle, giusto per citarne alcuni. La differenza tra un hotel a Caorle e una struttura a Venezia, oppure tra uno a Noale e uno a Venezia, sta nel fatto che si trova fuori città, dunque anche il costo dell’investimento è migliore ma il potenziale turistico è altissimo, basti pensare a quanti turisti viaggiano con il budget in mente.

Il terzo tipo di investimento è relativo all’acquisto di un ristorante, che però dovrebbe stare il più in centro possibile per essere il più remunerativo possibile (dunque, più alti budget di investimento).

Tre possibilità di investimento per un settore che non conosce crisi e continua a crescere.