In finanza in generale, e per qualsiasi tipologia di investimento nello specifico valgono essenzialmente due regole molto semplici da apprendere ed attuare:

-bisogna essere capaci di accettare ed affrontare emotivamente operativamente tanto le vittorie (i guadagni realizzati con le scelte giuste) e le sconfitte (le perdite dei soldi investiti a causa di scelte che si sono rivelate sbagliate);

– quando si parla di investimenti non c’è mai nulla di certo e di scontato, ed anche la migliore strategia può dimostrarsi fallimentare.

Quindi come si può fare per guadagnare con forex? Per prima cosa bisogna partire dal fatto che l’obiettivo principale deve ispirarsi al principio di massimizzare i guadagni e minimizzare le perdite. Chiunque tenti di fare solo scelte giuste allora è già destinato al fallimento. Per riuscire a mettere in pratica questo principio bisogna adottare delle strategie, ma per fortuna nel forex ci sono tantissime strade già delineate che mettono gli aspiranti traders nella condizione di poter vedere, proprio sulla base dell’esperienza, quelle più adatte al proprio stile di investimento e alla propria personalità.

Per guadagnare con il forex bisogna essere tenaci nella fase di apprendimento, ma flessibili nel caso in cui ci si renda conto che le scelte fatte per la propria strategia non sono adatte o non lo sono per quella condizione particolare, e poi bisogna avere tempo da spendere per mantenersi costantemente informati. Infatti il forex funziona sulla base di regole molto semplici, basandosi essenzialmente sullo scambio (ovvero acquisto e vendita) di valute, ma dal momento che si può guadagnare tanto nelle scelte di vendere (opzioni put) che in quelle di acquisto (opzioni call), allora le possibili scelte e di conseguenza le varianti delle strategie si moltiplicano in modo esponenziale.

Bisogna inoltre capire che non esiste una strategia infallibile, che le perdite vanno gestite prima di tutto a livello psicologico e emotivo, così come i guadagni, e che non c’è una strategia migliore in senso assoluto. Per questo un buon trader dovrebbe perfezionarsi in almeno tre o quattro tipologie di strategie differenti, così da saper far fronte alle esigenze di cambiamento nel caso in cui la strategia di partenza si dimostrasse inefficace in una situazione particolare, ed anche per assumere quella flessibilità necessaria per capire quando è il momento di uscire dalle scelte fatte, oppure di restarvi.